Cosa significa conciliare famiglia e lavoro

cosa significa conciliare famiglia e lavoro

La mia innata curiosità mi ha sempre spinto a pormi delle domande, ed una delle più corpose ultimamente è stata proprio “cosa significa conciliare famiglia e lavoro”.

Quello che gli inglesi chiamano WORK-LIFE BALANCE e è un argomento di grande attualità: se ne parla nei talk show, fiumi d’inchiostro vengono versati, psicologi, sociologi e sedicenti esperti esprimono la loro opinione. Tutti ne parlano… ma sanno davvero di cosa parlano?

Lascia che sia una donna che deve conciliare famiglia e lavoro a spiegarlo, almeno questa volta!

Hai presente quei temerari numeri da circo in cui il funambolo con l’assistente caricata sulle spalle deve attraversare l’arena su un filo sottile a 10 metri da terra e senza rete di protezione? Ecco, il work-life balance è più o meno così. Una vita in costante precario equilibrio.

La vita di noi donne che siamo mamme, mogli e lavoratrici è complessa, un puzzle di impegni incastrati al millimetro, alla continua ricerca di una armonia che a volte non si riesce a raggiungere.

Donne in equilibrio

Il concetto di multitasking per donne come noi è ormai superato: siamo diventate ologrammi ed apparteniamo ad una futuristica realtà virtuale. siamo multitaskingSiamo presenti anche quando siamoassenti, riusciamo – anche grazie alla tecnologia oltre che al nostro sesto senso – ad essere sempre connesse. Siamo connesse con i figli, con la baby sitter, con la scuola o con i nonni; connesse con le altre mamme in estenuanti chat whats’app; connesse con la scuola di danza per aggiornamenti continui su concorsi ed allenamenti extra; connesse con l’amministatore di condominio; connesse con la banca; connesse con amazon e con facebook… Abbiamo le mani in pasta ovunque, riusciamo a gestire la casa, il marito con i figli, le commissioni varie, le visite mediche, ed in tutto ciò – incredibile vero? – riusciamo ad essere anche efficienti nel loro lavoro, quello retribuito.

Alla fine della nostra giornata riusciamo a ricoprire decine di ruoli diversi e quindi non c’è da stupirsi se siamo esauste oltre ogni limite; nonostante ciò non manchiamo mai di sorridere ai nostri figli e di coccolarli fino al compimento del 40° anno di età (ed oltre!).

Il tempo è il nostro bene più prezioso: ne abbiamo talmente poco che ci sfugge dalle mani in una frustrante spirale di “doveri”; di tempo per il nostro personale piacere ne rimane poco o nulla.

E’ un duro mestiere, non ce lo nascondiamo, quello della donna-mamma di oggi. Trovare un equilibrio è un processo delicato e difficile, non certamente il risultato di quattro trucchetti come alcuni magazine femminili vogliono farci credere.

La dura verità

Essere una mamma che lavora significa arrendersi all’evidenza che non possiamo essere ovunque, che non possiamo fare ogni cosa e non possiamo ricoprire tutti i ruoli sociali esistenti nello stesso momento.

Non siamo invincibili. Non siamo nemmeno indistruttibili. Ma alla società moderna fa comodo descriverci così.

In verità la mamma che lavora deve innanzitutto delineare con decisione le sue priorità, imparare a dire di no e a delegare, gestire gli inevitabili sensi di colpa ed infine rinunciare a qualcosa.

Ecco cosa significa conciliare famiglia e lavoro: significa fare dei compromessi.

Parliamoci chiaro, la vita è sempre un enorme compromesso: per ottenere un risultato dobbiamo sacrificare qualcosa, che siano altri obiettivi oppure il nostro tempo e le nostre energie.

Però i compromessi delle mamme che lavorano sono tanti, importanti e costanti nel tempo.

Volevi la verità? Eccola qui. Famiglia e lavoro non sono affatto facili da conciliare. E’ una sfida epocale. E’ una sfida alla quale le generazioni precedenti non potevano prepararci perchè solo i profondi cambiamenti sociali del dopoguerra hanno trasformato così tanto le nostre vite da far diventare il work-life balance una necessità per molte.

Aprire un varco nella giungla

Siamo davanti ad una nuova strada da percorrere, un sentiero non tracciato nella giungla: dovremo farci largo a colpi di machete in un territorio inesplorato!

Le nostre mamme o le nostre nonne non potevano insegnarci come cavarcela, la società del tempo non aveva questa esigenza. Ora che noi abbiamo bisogno di dritte, consigli e supporto non possiamo attingere alla tradizione ma dobbiamo usare tutta la nostra creatività e la nostra capacità di adattamento.

cambiamento

Non credo esista la perfezione; non esiste nemmeno la casalinga perfetta nè la perfetta donna in carriera. Siamo esseri umani, quindi rassegnamoci al fatto che anche conciliare famiglia e lavoro non darà risultati perfetti. Però noi possiamo fare del nostro meglio ed impegnarci a fondo – usando nuovi metodi ed un nuovo approccio – per essere mamme felici e donne appagate.

Conciliare famiglia e lavoro non è impossibile, è solo difficile perchè mai nessuno ci ha insegnato come fare. Il mondo è cambiato ed ancora cambierà – volenti o nolenti dobbiamo adattarci per vivere il presente nel migliore dei modi possibile.

Una cosa è certa: non sarà nessun uomo a mostrarci come fare, saremo noi donne con il tempo e le esperienze, dopo cadute e fallimenti, a rialzarci e trovare il modo.

Io sono già all’opera, e tu… hai voglia di darmi una mano?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *